Come raggiungere il successo nel nuovo anno

come_raggiungereil_successo

All’inizio del nuovo anno gli influencer, gli amici, la famiglia sono pronti più che mai a darci consigli su come raggiungere il successo nei futuri 365 giorni. “Mi metto a dieta”, “Faccio più sport”, “Imparo una nuova lingua”, “Inizio volontariato”. La nostra testa è sommersa da tutti questi buoni propositi. Il primo di gennaio la motivazione è forte e le intenzioni sembrano proprio le migliori… ma nonostante ciò ci sono momenti in cui vorremmo mollare, molliamo, procediamo più lentamente e faticosamente.

Che cosa accade?

Il mancato raggiungimento degli obiettivi può essere dovuto a diversi fattori: gli autosabotaggi (che nel coaching sono definiti come l’insieme delle azioni che mettiamo in atto, più o meno consapevolmente, per tenerci lontani dai risultati desiderati), l’assenza di una data di scadenza o di altri criteri che definiscono gli obiettivi “ben formati” o ancora, come qualcuno ipotizza, la mancanza di forza di volontà.

Tra tutti questi aspetti ce n’è uno di cui è necessario occuparci, da subito, da quando decidiamo di voler ottenere il successo. Iniziamo dalla banale, ma trascurata domanda:

Che cosa è per me il successo?

Per qualcuno raggiungere il successo significa spuntare una lista di risultati definita da altri, magari tanti anni fa. In questo caso il risultato è: si raggiungono gli obiettivi con fatica e il loro raggiungimento provoca insoddisfazione o frustrazione. Perché? Perché abbiamo agito per dimostrare agli altri il nostro successo e non perché quello che facevamo fosse davvero importante per loro stessi.

Molte persone collegano il successo con aspetti convenzionali (posizione sociale, professione riconosciuta, possibilità economiche…) senza chiedersi se questo sia davvero importante per sé.

È fondamentale rispondere a questa domanda rispetto a ciò che per noi è importante adesso. Alcune decisioni che abbiamo preso mesi, anni fa possono non essere più rilevanti per noi in questa fase della nostra vita. Facciamo sempre pulizia nel frigorifero, nell’armadio o tra i vecchi scatoloni, ma ci dovremmo prendere anche qualche istante per far pulizia nella nostra mente dalle convinzioni che non ci servono più e dalle scelte che non sono più nostre.

Perché è importante per me?

Quando decidete di voler raggiungere un obiettivo fatevi prima questa domanda.

“Voglio dimagrire”, “Voglio ottenere quella promozione”, “Voglio concludere una maratona”, “Voglio passare più tempo con la famiglia”, “Voglio viaggiare”. Qualsiasi sia il tuo voglio chiediti prima: perché è importante per me? In questo modo potrai risalire al significato reale che per te ha la parola successo.

Se ti trovassi già alla fine del 2017 e ti chiedessero cos’è successo nell’anno appena trascorso, cosa ti piacerebbe raccontare? Quali ricordi farebbero sorridere il tuo cuore? Cosa ti renderebbe orgoglioso/a? Cosa è stato importante per te?

Il successo in fondo non è altro che il participio passato di succedere. Visto che qualcosa in ogni caso succederà hai due scelte: lasciare che accada o far sì che accada proprio ciò che tu vuoi far accadere. La differenza è la stessa che c’è tra salire su un’auto guidata da uno sconosciuto (che in molti chiamano destino)  o mettersi alla guida della propria auto per arrivare esattamente in quel luogo che ti rende spudoratamente felice.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *