I nostri tre cervelli: come usarli al meglio

Finalmente! Gli ultimi studi sulle neuroscienze hanno fornito prove scientifiche del fatto che non sia solo l’intelligenza della materia grigia a poter guidare le nostre scelte, ma anche l’intelligenza viscerale e cardiaca.

Queste scoperte, apparentemente avanguardiste, in realtà risalgono al 1907 quando il dottor Byron Robinson pubblica il libro The Abdominal e Pelvic Brain, in cui dimostra che nella nostra pancia ci sono circa cinquecento milioni di neuroni che costituiscono il cervello enterico.

Da allora sono state condotte diverse ricerche e oggi sappiamo che oltre al celeberrimo cervello encefalico (quello della testa), ognuno di noi possiede altri due cervelli: quello cardiaco (del cuore) e quello enterico (della pancia).

Come il cervello della testa, anche questi ultimi sono in grado di: [Leggi tutto…]

Diventare adulti: l’arte di essere liberi

Insegnare è un’arte dai molteplici colori, scriveva una volta un professore in una rivista.

Lo lessi da adolescente, nel pieno della mia rivoluzione personale e della mia lotta contro tutto ciò che appariva rigido e pieno di regole: la famiglia, la scuola, lo stato.

libertà_di_scelta

Ieri sera al pub ne parlavo con un vecchio compagno delle superiori.

Sono passati più di vent’anni eppure seduti intorno a quel tavolo, le voci erano concitate come quando eravamo ragazzini. Quel tremore che hai provato in gioventù, quando senti che il sistema ti sta fregando e tu non ci stai, vuoi essere tu a fregare lui.

E passi le giornate a studiare con un quarto della testa mentre l’altra parte è impegnata a cercare una strada da seguire: LA strada per diventare un adulto diverso; un adulto che ce la farà. [Leggi tutto…]

Sbarazzati dei buoni propositi per l’anno nuovo

Quanti buoni propositi per l’anno nuovo avete già abbandonato?

Mettersi a dieta, smettere di fumare, fare sport, non arrabbiarsi, aumentare la propria efficienza, la soddisfazione economica, cominciare un nuovo lavoro, un hobby, non demoralizzarsi… (quest’ultimo viene di conseguenza).

Secondo un’indagine statunitense un quarto delle persone rinuncia a perseguire i buoni propositi per l’anno nuovo già durante la prima settimana dell’anno. Un’altra parte (meno della metà) resisterà con alti e bassi fino all’estate per poi gettare la spugna e meno del 10% li realizzerà con successo (vedi il post di Michael Hyatt).

Perché accade questo? Anno nuovo – vita nuova, si pensa, invece per molti è piuttosto anno nuovo – vita vecchia. Lasciar andare via una vecchia abitudine per una nuova più salutare è dispendioso da un punto di vista energetico per il nostro cervello; mantenere la costanza e la forza di volontà è faticoso se non accediamo a stati risorsa che ci supportino nel momento della tentazione.

In aggiunta molti si complicano la vita seguendo le regole d’oro per formulare dei buoni propositi che non si realizzeranno mai. Eccole qui.

buoni_propositi_anno_nuovo

[Leggi tutto…]

6 punti per imparare a litigare … senza farsi nemici!

C’è chi grida, chi perde il controllo, chi scuote le spalle e chi se ne va.

Ci sono migliaia di modi per gestire un litigio, in base al nostro carattere, al contesto in cui siamo, alla personalità di chi abbiamo davanti e soprattutto al rapporto che abbiamo con l’altra persona.

Eppure imparare a litigare è possibile. Un errore comune è considerare il litigio un momento di puro sfogo delle proprie sensazioni negative: in molti casi lo trasformiamo in occasione per far esplodere tutta la rabbia che abbiamo dentro con unico effetto di peggiorare ancora di più la situazione.

Un altro errore è fuggire i momenti di conflitto, soluzione adottata da tutti coloro che odiano litigare e stanno male al solo pensiero di un confronto. Fingere che tutto vada bene dà origine a risentimenti che, covati troppo a lungo, oltre a far male fisicamente, finiscono col far scoppiare situazioni che ci prosciugano delle nostre energie.

Se affronteremo il prossimo litigio sperimentando queste 6 nuove regole ci accorgeremo di come la comunicazione diventi improvvisamente migliore del solito e di come riuscirete a impedire alle emozioni negative di rimanere con voi per il resto della giornata.

Come_gestire_un_litigio
L’opera Love dell’artista Alexander Milov

[Leggi tutto…]

Inside Out: cosa succede quando s’incontrano le emozioni

Nell’ultimo film della Pixar, Inside Out, le emozioni sono protagoniste. 5 emozioni principali infatti sono rappresentate dai rispettivi personaggi Gioia, Rabbia, Tristezza, Paura e Disgusto, i quali prendono a turno il comando della mente della piccola Riley durante le varie avventure della sua vita.

Inside out emotional overlap
Un’immagine Disney Pixar che abbiamo amato fin da subito e tradotto per condividerla con voi

[Leggi tutto…]