Tutto ciò che dobbiamo gettare via per essere felici nel nuovo anno

Gettare via.

Liberarsi.

Lasciar andare.

Solo a sentirle risuonare queste parole ci sollevano e di conseguenza ci danno un enorme slancio per volare verso il 2017 leggeri come piume (anche dopo i diversi pandori e panettoni di queste settimane).

Gettare via sempre quello che intossica la nostra vita è fondamentale. Ci permette di affrontare meglio qualsiasi situazione e se impareremo a farlo ci renderemo conto di come la nostra mente non potrà più farne a meno.COME ESSERE FELICI NEL 2016Qual’è la lista delle cose da gettare via per essere felici nel 2016?

1) Il senso di colpa

Avete presente quei logoranti, malefici e completamente inutili pensieri che ci tengono lì a rimuginare sugli errori passati: “Hai di nuovo sbagliato… ma come hai fatto?…Non valgo niente”, “Sono al punto di partenza, nessun miglioramento”.  

Sbagliare capita, a tutti. Se perdoniamo amici e parenti in continuazione per i loro errori perché non possiamo perdonare anche noi stessi? In fondo è quando smettiamo di pensare alle colpe e ci concentriamo sulle soluzione che abbiamo il potere di migliorare la situazione.

Quindi sostituite il senso di colpa con la domanda… Cosa posso fare meglio la prossima volta?

2) Il sassolino nella scarpa

Rimanere arrabbiati consegna a chi ci ha fatto arrabbiare un enorme potere: il potere di prosciugare il nostro tempo, le energie, le risorse e momenti di tranquillità. Praticamente gli diamo il potere di farci di nuovo quel torto ogni volta che pensiamo al motivo dell’arrabbiatura.

Chiedetevi allora… Conviene rimanere arrabbiati? No!

È importante allontanare chi non ci fa star bene dalla nostra vita? … non è sempre detto ma potrebbe valerne la pena, almeno per un po’.

3) Il vorrei-ma-non-posso

È vero: non tutti possiamo fare tutto. Ma tutti possiamo fare molto di più di quello che pensiamo.

Un ottimo passo è sostituire questo pensiero con la domanda… Cosa mi impedisce di farlo?

4) Il ‘se non è perfetto, preferisco non farlo’ 

Il perfezionismo è il più grande nemico degli obiettivi perché va sempre a braccetto con la paura di sbagliare o di non fare sufficientemente bene. Una strategia per uscire velocemente dalla trappola del perfezionista? Iniziate a fare, poi correggete gli errori (torna sopra al punto 1). Se aspettiamo l’assenza di errori per metterci in moto finiamo per progettare una miriade di attività inattuabili.

Liberatevene e sostituite con… Prima lo faccio, prima imparo a farlo meglio!

Se ogni giorno riusciremo a abbandonare almeno una di queste cose ci accorgeremo di come tutti i nostri obiettivi appariranno più vicini e più facili da raggiungere. E non solo: ci alleggeriremo, le nostre spalle si apriranno permettendoci di respirare meglio e avere più energia e lucidità, il nostro sguardo si alzerà e di conseguenza riusciremo a cogliere nuove opportunità.

Liberatevi di queste trappole e vi garantiamo che sarà più facile essere felici nel 2017.

Buon anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *