Il Master e l’arte di lasciarsi accadere

Si è da poco concluso il Master in PNL all’interno della nostra scuola. È il corso più importante, oltre che più lungo. Dura ben nove giorni distribuiti in due mesi e lavora a livelli molto profondi di crescita e cambiamento. Ecco la testimonianza di Monia, una delle partecipanti a questa edizione del 2019.

[Leggi tutto…]

Le news del mese: che succede fuori e dentro la scuola

In corso due master in PNL

Finché non dobbiamo sdoppiarci, rimane tutto sotto controllo.

In questo periodo stiamo portando avanti due Master Practitioner in PNL, uno nella scuola e un altro in una grande azienda. Si tratta del nostro celebre corso di secondo livello in Programmazione Neuro-Linguistica. Dura nove giorni, per nostra e vostra fortuna non consecutivi,  lavora su livelli di cambiamento molto profondi. 

Una mente che si apre a nuove idee, non torna mai alla forma precedente – diceva Einstein. Per noi è una straordinaria responsabilità oltre che grande esperienza assistere a tutte queste menti che si trasformano. [Leggi tutto…]

Come trattare i colleghi e farseli amici

A guardarla da qui sembra tutto normale. Da dietro il monitor del computer, intendo, la situazione sembra normale. Ci sono altre isole attorno a voi, fatte di scrivanie, magari di banchi da lavoro, soprattutto di persone. Finché ve ne state dietro al monitor del vostro computer o al vostro scaffale, vivete in un piccolo stato indipendente: la personalissima contea di voi stessi. [Leggi tutto…]

Lotte interne: come riconoscerle e superarle

 

Perché a volte mi sento motivato in direzioni apparentemente contrapposte? Perché la paura mi blocca anche se so cosa è giusto fare? Perché so che dovrei smettere, ma proprio non ci riesco?

Incredibile ma vero a volte dentro di noi si svolge una vera e propria lotta tra forze contrapposte, non si tratta di una battaglia simbolica. Infatti a non andare d’accordo possono essere i nostri tre cervelli che in alcuni casi rischiano di avere priorità o modi di comunicare contrapposti.

[Leggi tutto…]

Propositi per il nuovo anno tra sassi, matrioske e cassette degli attrezzi

Immaginate di essere vicini alla fine dell’anno… Fin qui tutto facile vero? Non serve grossa immaginazione.

Siete davanti a un albero di Natale, magari il vostro magari quello spuntato in un angolo della casa di un vostro amico almeno dall’8 Dicembre, se non addirittura da fine Novembre. C’è un filo di lucine, a volte colorate, che disegna percorsi tra i rami per finire in un tratto breve e lineare. Quella è la conclusione, quella a cui si arriva quando il filo di luci sta per esaurirsi e non si riesce a completare un ultimo giro. Sembra una piccola spina dorsale che vuole allungarsi fino al puntale, ma non ci arriva. [Leggi tutto…]

Ho un gatto nella pancia

Sì il corso sui tre cervelli cambia la prospettiva e – scusate il gioco di parole – a volte dà un po’ alla testa…”

Monia ci racconta la sua scoperta più illuminante e anche quella di un nuovo amico a cui dare ascolto.

Ho scoperto di avere un gatto nella pancia.

Che ci crediate o no è così. E mica soltanto io: tutti noi abbiamo un cervello enterico, proprio lì nella pancia, che ha una rete neuronale funzionante fatta da 500 milioni di neuroni, pari a quelli di un gatto.

Niente coda pelosa che si muove sincopata stuzzicando il fegato quindi e nemmeno fusa che si propagano dallo stomaco, ma solo brontolii. Dall’altro lato, però, qualcosa di più: un cervello potente che custodisce una parte fondamentale di noi: la nostra identità, il nostro senso di autoconservazione e anche le nostre paure.

[Leggi tutto…]