Concluso un altro NLP Practitioner a Verona

E’ terminata anche la bella avventura veronese. Un altro Licensed NLP Practitioner che ci rimarrà nel cuore per l’entusiasmo e la serietà dei partecipanti, per l’ospitalità di Villafranca e del suo Airporthotel Verona e per aver sperimentato con successo il co-Training come una modalità formativa ad alto valore aggiunto.

Cos’è il co-Training? Immaginate di avere un bravo Licensed Trainer in PNL, capace di coinvolgervi, rendere il tutto più semplice e al contempo efficace. Adesso moltiplicatelo per due, in contemporanea nella stessa aula e negli stessi giorni… l’effetto è esponenziale.

Questo grazie all’ottima interazione in aula tra i nostri due NLP Trainer protagonisti di questo NLP Practitioner veneto: Federica Tagliati e Lapo Baglini.

Ecco un po’ di immagini…

Il Public Speaking di Prato

Archiviata un’altra bella esperienza: il nostro Public Speaking a Prato è stato per certi versi una conferma dell’efficacia di questo corso e per altri una piacevole scoperta. Migliorare la propria comunicazione in pubblico è un processo che richiede vari aspetti, soprattutto da parte dei partecipanti, da non sottovalutare: voglia di mettersi in discussione, di rivedersi, di sperimentare, di lasciarsi andare, di osare e di esercitarsi per riuscire.

Si tratta di elementi che sono venuti fuori in questi tre giorni,dal 19 al 21 novembre a Prato, grazie all’abilità dei due Trainer, Lapo Baglini e Federica Marucci, che in particolare ha aiutato ogni partecipante ha scoprire e sviluppare l’utilizzo della voce. E grazie soprattutto a un gruppo di partecipanti pronti a mettersi in gioco e a partecipare al corso al 100%.

Il successo di un corso noi lo misuriamo a partire da questo… e dai commenti dei partecipanti naturalmente:

Il corso public speaking di PLS Academy: un percorso formativo dinamico, coinvolgente e divertente che mi ha consentito in pochi giorni di mettere in atto quanto appreso e soprattutto di capire su quali aspetti lavorare per realizzare discorsi in pubblico professionali ed efficaci.

Francesca Catapano – Human Resources Manager – Sheraton Roma Hotel & Conference Center

…è stata una bella esperienza umana e professionale ricca di emozioni e situazioni inaspettate, che mi hanno messa alla prova.

Non ne sono uscita indifferente, ma con una energetica carica positiva.

Farò tesoro di tutto quello che ho imparato…o meglio… cercherò di applicarlo in ogni occasione possibile.

Martina Ceccolini – Project Manager – MAMA Informatica

Ho partecipato al public speaking di Prato il 19-20-21 novembre 2010 perché spesso ho occasione di parlare a un pubblico a volte ampio e altre volte più ristretto, ma nessuno mi ha mai detto se e quanto il mio modo di comunicare fosse efficace.

Ho deciso allora di mettermi alla prova e infatti nelle tre giornate, non solo ho appreso nuovi importanti concetti ma soprattutto ho potuto provare immediatamente a metterli in pratica con numerosi esercizi di speaking e di uso della voce.

Un grazie ai trainer Lapo e Federica per la chiarezza e la professionalità, a Stefania per la precisa organizzazione e se organizzeranno un successivo corso avanzato parteciperò con entusiasmo.

Stefano Poggialini – www.archimediacom.com

Credevo di essere abile ed efficace nella comunicazione in pubblico. Mi sono messa in gioco… ed ho avuto tanto, tanto da imparare! Un grazie enorme a chi ha saputo farmi gustare il potere della musica delle parole.

Elettra Lorini – Formatrice e Consulente per le Imprese e la P. A.

Il corso di Public Speaking a Prato a cui ho partecipato dal 19 al 21 Novembre 2010 è stato motivo di arricchimento e crescita. Avevo sentito parlare di questi corsi tante volte e mi avevano incuriosito già i racconti di colleghi e amici, ma non pensavo davvero che mi avrebbe dato tanto. In realtà, pur essendo certa della professionalità e della competenza di chi lo suggeriva e proponeva, pensavo sarebbe rimasto solo una lezione teorica che, se pure utilissima e già efficace, non è abbastanza se resta solo tale.

E’ fondamentale infatti, come in tutte le cose, unire la teoria alla pratica, mettersi in gioco e alla prova. Ed è proprio questo quello che mi ha dato in più questo corso: l’opportunità di verificare sulla mia pelle tutte le tecniche apprese nella parte teorica. Mettermi in gioco, correggere gli errori è davvero motivo di miglioramento e di crescita ed era questo il mio obiettivo principale.

Oltre a questo, il clima divertente e allegro, mai noioso ha fatto il resto. Ho capito dove migliorare e ho imparato ad accettare nel migliore dei modi i punti di miglioramento. I commenti degli altri (che spesso ci lasciano timorosi e perplessi), se visti come feedback e non come critiche negative, ci danno una prospettiva del tutto nuova del nostro modo di parlare in pubblico. E ci permettono davvero di migliorare. Adesso ovviamente ogni volta che guardo qualcuno parlare in pubblico, dai politici ai giornalisti, dai conduttori TV fino al mio capo quando siamo in riunione, faccio caso a moltissime cose che prima sottovalutavo. E mi riscopro molto critica e più severa di quanto io stessa immaginassi!! Per tutti coloro che desiderano migliorarsi, per quelli che credono che parlare in pubblico a loro non capiterà mai, per quelli a cui invece capita spesso, per tutti quelli che hanno voglia di mettersi alla prova, ecco a loro e non solo a loro consiglio questo tipo di corso,vivamente. Ne usciranno arricchiti. E con i tempi che corrono… è davvero un bel traguardo!

Luisa Calomino – Web Content Specialist – Dada spa

Per me questo corso è stato una piacevole sorpresa! Un buon comunicatore fa tutto con naturalezza, ma scopri che dietro c’è tanto lavoro, tanta voglia di mettersi in discussione e voler entrare in relazione con l’altro.

Mi si e aperto “un mondo nuovo”, che sto utilizzando anche nella vita di tutti i giorni.

Francesca Landini, educatrice

Rugby per i team aziendali

Il rugby è un’eccellente metafora per diversi aspetti della vita aziendale e privata, per questo diventa uno strumento immediato per favorire il cambiamento in azienda.

Essere in un contesto inusuale, sperimentare con l’esperienza, prima di ricevere nozioni teoriche, sono aspetti che permetteno di acquisire nuove capacità: relazionarsi meglio, abbattere precedenti schemi e diffidenze e scoprire aspetti nuovi negli altri e in se stessi.

Ecco gli ambiti in cui il rugby può essere applicato a livello aziendale:

Team Coaching

Il rugby è uno degli strumenti più entusiasmanti ed efficaci per fare team coaching in azienda. Permette infatti di sperimentare tutti quegli elementi che fanno di un gruppo una squadra. I suoi principi (motivazione, avanzamento, sostegno, lavoro di squadra, leadership… fra gli altri) sono fondamentali per ogni tipo di gruppo di lavoro.

Colleghi di una stessa impresa, con ruoli, età e sesso diversi, si riuniscono insieme per giocare e mettersi in gioco in qualcosa che è al di fuori della propria zona di confort. Ciò permette di operare sull’identità dei singoli all’interno del team, oltre che sulla motivazione e le dinamiche di funzionamento.

Sviluppare Leadership e Carisma

Il rugby impone la capacità di sapersi relazionare con gli altri, siano essi i propri compagni di squadra o gli avversari. Il rispetto la leadership e il carisma individuale sono elementi che in campo emergono in maniera naturale. Nessuno del tuo team verrà a sostenerti sul campo avversario, nessuno ti proteggerà nei raggruppamenti, se non hai stabilito una buona relazione con lui.

L’attività permette quindi di comprendere l’efficacia o meno del proprio stile di leadership e gli elementi su cui lavorare per poter essere dei leader migliori.

Accrescere autostima e motivazione

L’esperienza sul campo da rugby, da molti vista come qualcosa di lontano e quasi irrealizzabile per motivi di età, sesso o prestanza fisica, una volta effettuata muta qualcosa dentro il partecipante. Lo aiuta infatti a cambiare pregiudizi e credenze, in particolare su di sé, e ad operare sulla propria identità, sia a livello personale che all’interno del gruppo di lavoro, rinsaldando la fiducia in se stessi. Le persone infatti scoprono risorse e capacità che non sapevano di avere perché il rugby è uno sport che li costringe ad osare e a superare i propri limiti.

Come si svolge una giornata di rugby in azienda

Dopo una parte di presentazione in aula e di focalizzazione su alcuni concetti di base, si passa alla pratica per un paio di ore di esercizi mutuati dal rugby. Dopo un momento di relax e di ristoro comune (il terzo tempo del rugby, in fin dei conti) si prosegue il percorso in aula con il debriefing: il momento in cui si capitalizza un’esperienza vissuta così intensamente per poter riportare in azienda quanto appreso a livello pratico.

Il fattore principale che ci rende altamente competitivi è la conoscenza, unica in questo campo, del main coach e ideatore del progetto. Lapo Baglini infatti affianca una vasta esperienza di training e coaching aziendale ad anni di pratica del rugby. Affiancato in campo da trainer e rugbisti professionisti, negli anni ha coniugato la passione per il coaching e la formazione con quella per il rugby, ideando un progetto di team building di successo e scrivendo il libro La Comunicazione nelle Squadre di Rugby. A lui si affiancano nell’attività giocatori della squadra de i Medicei.

L’NLP Pract di Prato a colori

Dopo il resoconto del primo week-end a Prato, abbiamo concluso un altro Licensed NLP Practitioner con successo: grazie anche a un bel gruppo di persone molto brave, in grado di partecipare con tutte loro stesse, mettendosi in gioco e spesso ottenendo cambiamenti immediati.

Lasciamo la parola ai colori e ai commenti dei partecipanti…

Corso di PNL eccellente che mi ha portato una forza interiore favolosa e sono più consapevole di me stesso. Risultato eccellente: ho ottenuto il diploma e raggiunto i miei obbiettivi (uno di questi importantissimo) sono fiero di me stesso. Un grazie a tutto il gruppo ed in particolare al grande Lapo Baglini… grazie grazie di vero cuore.

Marco

Grande Elena, una MEGA professionista che con il suo grande sorriso sulle labbra e la sua dolcezza fa sembrare tutto facile… ed è bello imparare con te.

Ti sono veramente grata per quello che mi hai insegnato e quando alzando la testa vedrò in cielo una scia di aereoplano io sarò li con te!

Un abbraccio pieno di affetto e riconoscenza.

Come sempre GRANDE il mio Lapo; hai fatto centro anche questa volta! Ti ringrazio perchè ho partecipato ad uno dei più entusiasmanti corsi della mia storia… e se ne ho visti io, di corsi!!! Grande team di professionisti dal primo all’ultimo… siete tutti degni di insegnare PNL, a questo livello penso ci siano pochi altri come voi… bravissimi!!!

Silvia

Mentre, in questi giorni, incontrando persone, mi accorgo di

quanto e come la magia del linguaggio riesca a rendere tanto più efficaci e

profonde le conversazioni, un “grazie” si disegna chiaro di fronte ai

miei occhi (Lem permettendo).

Troppe volte la PNL

viene (s)venduta in corsi che sotto una maschera di efficacia celano altri

scopi.

Il Pract appena trascorso a Prato è stato invece la conferma di come lasciarsi

guidare da trainer che lavorano offrendo insieme professionalità e cuore

produca cambiamenti positivi.

Grazie Lapo. Grazie Elena. Grazie Adriano. Ancora una volta siete riusciti a

trovare la chiave di volta per innescare un processo di miglioramento (in me di

sicuro).

E’ stato un Pract ricco, davvero pratico e dove abbiamo imparato divertendoci

(il che mi pare il massimo!)… :-))

Federica

… intanto ho comprato qualche librino per rileggere qualcosa… dal corso ho ricevuto davvero una bella spinta a migliorarmi!!!

Un grazie a Lapo per le belle giornate che ci ha regalato, insieme a Elena e Adriano!

Simona

Business NLP Practitioner a Pistoia

Practitioner in Programmazione neuro linguisticaSi tratta di un Licensed NLP Practitioner organizzato in collaborazione con Cesat, l’agenzia formativa di Confartigianato Pistoia e si svolgerà presso la sede di Pistoia in due week-end, per 6 giornate complessive:

27 – 28 – 29 maggio e 10 – 11 – 12 giugno 2011

In virtù di questa collaborazione con il mondo delle imprese, il corso è particolarmente rivolto a chi vuole trovare una diretta applicazione delle tecniche e dei principi generali, che si apprendono durante un Practitioner in PNL, nella propria impresa o attività professionale.

Il nostro Business NLP Practitioner segue le linee guida presentate dalla Society of Neuro-Linguistic Programming™, e consente di ottenere il primo livello di specializzazione internazionale in Programmazione Neuro-Linguistica, con regolare certificazione firmata da Richard Bandler, uno dei due fondatori della PNL.

In particolare esploreremo insieme i principi e le tecniche della Programmazione Neuro-Linguistica e della comunicazione efficace nella vita e in azienda, con applicazione negli ambiti management, risorse umane, vendite e relazioni esterne.

I trainer

Lapo Baglini

Stefania Ciani

Tutti i nostri Trainer si sono specializzati in PNL frequentando corsi nazionali ed internazionali e sono stati certificati personalmente da Richard Bandler.

CHI SIAMO

Luogo, date e orario

Pistoia, 27 – 28 – 29 maggio e 10 – 11 – 12 giugno 2011
presso la sede di Cesat, via Landucci 33
Vai alla mappa → Cesat

Informazioni e iscrizioni

Data la partnership con Cesat il corso è offerto a costi vantaggiosi rispetto al normale, soprattutto per i soci Confartigianato Pistoia, e la partecipazione è comunque aperta a tutti.

Richiedi maggiori informazioni → CONTATTACI

Programmi

BUSINESS NLP PRACTITIONER

NLP PRACTITIONER

Il primo week-end di NLP Pract a Prato

Pubblichiamo alcune immagini e commenti del primo week-end del nostro Licensed NLP Practitioner, organizzato a Prato. Riportiamo quanto scritto da alcuni partecipanti sul profilo Facebook dei due NLP Trainer che si sono alternati nei primi tre giorni, Adriano De Matteis e Lapo Baglini, perché commenti simili, prima di tutto, ci fanno bene e incrementano ancora di più la nostra voglia di fare sempre meglio.

Grazie Maestro (ndr Adriano De Matteis, soprannominato “il Maestro”) perché le giornate di “NLP Practioner” sono state PRATICHE!, cosa che difficilmente accade, mi raccontano, in altri corsi simili.

Grazie Maestro per la tua profonda preparazione, per come ci insegni ad imparare, per come sia facile con te mettere in pratica ogni passaggio.

Grazie Maestro per come trasmetti con gioia e divertimento ogni nozione… per come fai scorrere il tempo con te è sempre poco! …

ps: aspettiamo il CD…

Silvia, Elisa, Simona

In questi giorni, mentre ripenso al Pract tras-corso, e in queste notti, mentre l’inconscio metabolizza ciò che abbiamo (io e il mio doppio) appreso, mi rendo profondamente conto di quanto sia importante incontrare certi maestri.

Imparare sorridendo è tanto più efficace quanto più se ne ha voglia. E voglia ne è venuta e(c)come a ridere imparando. Grazie, maestro, per il modo con cui nuove conoscenze ci hai dato

di fatto persone con altri scopi pensano di insegnare prendendoci all’amo invece questo tuo condividere il sapere…

il Milton scorre modellando giochi di parole per affinare il linguaggio che il cuore sa far fiorire il nuovo… è forse questo il compito che ci aspetta?

Federica

Grazie Lapo (ndr Lapo Baglini), per come anche questa volta sei riuscito ad organizzare in maniera eccellente il Practioner, che non lo è solo nel nome ma soprattutto nel fare… finalmente!!! Quanti corsi dove viene usata la lavagna e basta! Saremo portavoce della vostra serietà, professionalità e soprattutto dell’efficacia con la quale accompagnate i neofiti della PNL in questa grande, utile, profonda e bella avventura.

Grazie di cuore per quello che ci doni!!!

Silvia, Elisa, Simona

Un prof delle emozioni alla Patch Adams

lapo baglini al convegno patch adams

Questa notizia testimonia come PLS Academy selezioni con particolare cura i propri docenti… per proporvi sempre qualcosa di originale!

Questo nella foto è Lapo Baglini, prof di Marketing e Comunicazione e, in questo caso, di “Emozioni“. Il naso rosso è perché si prepara all’arrivo di Patch Adams al convegno Bambini Emozioni Salute, che si terrà a Prato il 24 e 25 settembre.

Il mitico Hunter “Patch” Adams, il medico statunitense, fondatore del Gesundheit Institute e ideatore della terapia del sorriso, sarà tra i relatori dell’evento, con un intervento su “Melodia e forza delle Emozioni”.

Al convegno interverrà anche il nostro docente, Baglini, per parlare di Programmazione Neuro Linguistica: Rimodellamento del Vissuto Emozionale.

Insieme a loro vi saranno studiosi universitari, professionisti della sanità, esperti di organizzazioni nazionali e internazionali che si occupano di minori. Si affronteranno temi relativi al contesto culturale internazionale, giuridico e delle Neuroscienze, alle emozioni in rapporto alla neurofisiologia, alle diverse culture, alla psicologia classica…

Per leggere un’anticipazione sull’intervento del nostro prof → Intervista Lapo Baglini su PNL e Salute

Che le emozioni giochino un ruolo fondamentale in molti aspetti della vita, come la guarigione, è ormai un dato assodato: e noi di PLS Academy sappiamo bene che lo giocano anche nell’apprendimento… ecco perché scegliamo bene i nostri docenti.

La PNL nella Comunicazione Medico – Paziente

comunicazione-medico-paziente

Cosa ci fa uno dei nostri NLP trainer con il naso da clown? Scopritelo in questa intervista.

Lapo Baglini si prepara all’arrivo di Patch Adams al convegno Bambini Emozioni Salute, che si terrà a Prato il 24 e 25 settembre.

Hunter “Patch” Adams, il medico statunitense, fondatore del Gesundheit Inistitute a Hillsboronel nel West Virginia e ideatore della terapia del sorriso, sarà tra i relatori dell’evento, con un intervento su “Melodia e forza delle Emozioni”.

Al convegno interverrà anche Lapo per parlare di Programmazione Neuro Linguistica: Rimodellamento del Vissuto Emozionale.

Insieme a loro vi saranno studiosi universitari, professionisti della sanità, esperti di organizzazioni nazionali ed internazionali che si occupano di minori. I relatori affronteranno temi relativi al contesto culturale internazionale, giuridico e delle Neuroscienze, alle emozioni in rapporto alla neurofisiologia, alle diverse culture, alla psicologia classica ed alla programmazione neuro-linguistica (PNL).

Scarica il programma completo

Ecco un’anticipazione sull’intervento del nostro Trainer, Lapo Baglini:

Cosa c’entra la PNL con la Medicina?

Le dinamiche comunicative tra medico e paziente sono considerate sempre più imprescindibili per un’alleanza terapeutica funzionale. All’estero si è attivi su questo fronte già da alcuni anni e anche in Italia aumentano le iniziative dedicate a comprendere il ruolo della comunicazione nel processo di guarigione. Tra queste la Programmazione Neurolinguistica può rappresentare un valido strumento.

Che ruolo hanno le emozioni nel miglioramento della salute?

A questa domanda si propone di rispondere “Bambini Emozioni Salute” , il convegno organizzato da un gruppo multidisciplinare composto da Misericordia di Prato, ASL4 di Prato e “Progetto Bambini HPH” AUSL4 di Prato. Tra i vari approcci con cui affrontare il rapporto tra neurofisiologia e salute, il mio intervento si focalizza su quello della PNL (Programmazione Neuro Linguistica) e sugli strumenti comunicativi e relazionali che i medici possono utilizzare per aiutare i propri pazienti.

Su cosa si basa questo approccio?

Nonostante che vi siano sempre più cure mediche a disposizione, i problemi per cui i pazienti vanno dal medico senza che vi siano evidenti cause patologiche sono tra il 25 e il 50% (British Journal of General Practice 54: 922-7). Eppure nei tanti anni di studio che deve affrontare un medico, raramente gli si insegna a instaurare il giusto rapporto con il paziente. Questo ci riporta all’unicità di ogni paziente/persona e all’importanza della sua esperienza soggettiva. La PNL, grazie anche agli studi specifici nati con lo sviluppo della Society of Medical NLP, può aiutare i medici a comprendere e comunicare meglio con i pazienti sia in fase diagnostica che nella fase terapeutica.

Quali sono i temi che possono rivelarsi particolarmente utili?

Comprendere i fattori che determinano una comunicazione relazionale efficace, con attenzione all’importanza di quella verbale, non verbale e paraverbale. La capacità di entrare velocemente in rapport con il paziente, e quindi la necessità dell’ascolto e della calibrazione di ogni persona, contrapposta alla lettura della mente. Rilevante è poi la differenza fra mappa e territorio: cioè la capacità di comprendere i sistemi rappresentazionali prevalenti dei nostri interlocutori per avvicinarci alla loro esperienza soggettiva. Questo ha a che fare con il modo in cui ciascuno si rappresenta la malattia e con la dinamica ricordi-emozioni. Il passo successivo è vedere come sia possibile ristrutturare tali dinamiche attraverso le submodalità per cambiare la portata emozionale del vissuto personale di una persona e così aiutarlo ad affrontare il processo di guarigione.

Il convegno rivolto in particolare a personale sanitario e medico, per il quale sono previsti crediti ECM, è aperto a tutti.

Per info e iscrizioni:

Platinum Events
info@platinumevents.it
t. 0574-026601-f.0574-026602
Siti internet evento:
http://www.platinumevents.it/prato_congress.htm