Leadership emotiva nel business: un test di autovalutazione

selfassestment_leader

Se ti stai chiedendo come motivare le persone che lavorano con te in modo che possano esprimersi al loro massimo livello è importante che tu sappia che lo snodo fondamentale è coinvolgerli dal punto di vista emotivo (Quella che in inglese si definisce emotional commitment).

Secondo le ricerche più recenti più del 50% delle performance individuali e organizzative, sono spiegate dall’Intelligenza Emotiva. Ecco perché la leadership emotiva nel business è un tema sempre più scottante, spesso sbandierato e da pochi compreso e implementato.

Per quanto riguarda la motivazione è stato sfatato da tempo il mito della ricompensa finanziaria come mezzo esclusivo per motivare i propri dipendenti. Infatti, in primo luogo ciò presuppone una notevole disponibilità economica da parte dell’azienda e poi si è visto che questo tipo di leva motivazionale perde forza nel corso del tempo.

Cosa fare allora? Per prima cosa puoi definire la tua percezione di come si sentono i tuoi dipendenti e di conseguenza il tuo livello di leadership emotiva. Si tratta pur sempre di una percezione personale ma queste domande possono aiutarti ad esplorarla con metodo.

Test di autovalutazione sull’engagement dei tuoi dipendenti

  1. I miei dipendenti hanno la percezione che io sia disposto/a ad ascoltare le loro idee e a dargli valore?
  2. I miei dipendenti sanno come il loro lavoro di ogni giorno contribuisca al raggiungimento degli obiettivi aziendali?
  3. I miei dipendenti mi ascoltano perché “devono” o “vogliono” farlo?
  4. In azienda capita che le persone mi parlino delle proprie idee e della propria vision senza che lo richieda esplicitamente?
  5. Quanto spesso do feedback rinforzanti o gratifico i miei dipendenti per quello che fanno? E lo faccio nel modo che è più importante per loro?
  6. Le persone che lavorano per me sentono di essere stimolate nella loro crescita?
  7. Sento un forte senso di appartenenza e spirito di gruppo tra le persone che lavorano per me?
  8. Aiuto spesso i miei dipendenti a scoprire cosa potrebbero fare meglio e come?
  9. Conta per me l’opinione dei dipendenti sul lavoro?
  10. Negli ultimi 7 giorni almeno un dipendente ha ricevuto un riconoscimento per aver fatto un buon lavoro?
  11. Parlo spesso alle persone dei loro progressi?
  12. Aumento la sicurezza dei miei dipendenti dicendo loro quanto la loro attività sia importante per l’impresa?

Che cosa succede adesso?

Se la maggior parte delle tue risposte era “No” niente panico. Sii coraggioso e inizia a notare cosa fare di diverso per aumentare il coinvolgimento emotivo dei tuoi dipendenti. Come avrai osservato dalle domande i due aspetti fondamentali sono:

  1. Far sentire le persone parte di qualcosa di più grande. I tuoi dipendenti troveranno motivazione non tanto nella loro singola azione ma nel modo in cui questa può contribuire al successo dell’azienda. Pertanto assicurati di comunicare loro l’importanza di quello che stanno facendo.
  2. Dare feedback. Ogni dipendente dovrebbe ricevere feedback rafforzativi e correttivi. Gratificare i propri dipendenti presuppone conoscere ciò che per loro è importante ed è alla base della crescita professionale del proprio team.

Se nella tua azienda c’è più di un leader, puoi far questo breve test con gli altri per fare una valutazione di questi aspetti nei vari settori dell’azienda.

Se ti interessa rilevare in maniera più scientifica la qualità della tua leadership emotiva o quella di altri, possiamo supportarti con strumenti psicometricamente validati, che ti forniranno un insight sulla tua organizzazione.

Per saperne di più, visita la nostra pagina Soluzioni Aziendali per scoprire come possiamo aiutarti a far crescere la tua attività.

Creare coinvolgimento emotivo tra i dipendenti non è solo una questione di clima positivo ma di persone o team più performanti e imprese che funzionano meglio al loro interno e nel mercato.

Articolo tratto da inc.com

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *